Cyclette Muscoli Coinvolti

Staff CycletteTop

La Cyclette è l’attrezzo ginnico più diffuso al mondo. Nata come bicicletta da camera, ormai è presente anche in tutte le palestre e rappresenta un elemento fondamentale nei diversi programmi di allenamento.

La diffusione di questo attrezzo è dovuta alla sua efficacia unita alla semplicità di utilizzo e al ridotto ingombro. 

Sia in palestra che tra le pareti di casa, un corretto e regolare allenamento sulla cyclette porta indiscutibili benefici a tutto il corpo: tonifica i muscoli, migliora la respirazione e la postura, facilita la microcircolazione e l’apparato cardio circolatorio, combatte la cellulite e favorisce il dimagrimento, permettendo il raggiungimento di una perfetta forma fisica, sia dal punto di vista estetico che funzionale.

Sebbene l’attività fisica svolta sulla cyclette arrechi un beneficio generale all’organismo, è evidente che i movimenti interessano soprattutto la parte inferiore del corpo.

muscoli coinvolti negli esercizi sono, oltre a quelli delle gambe, i glutei, i muscoli lombari e gli addominali.

Durante l’allenamento viene stimolata l’azione di tutti i muscoli della coscia che si sviluppano nella sezione scheletrica del femore, quelli posti anteriormente, posteriormente e lateralmente alla coscia, importantissimi in quanto coinvolti nell’articolazione dell’anca e del ginocchio.

Appartengono alla parte anteriore il muscolo Sartorio e il Quadricipite femorale, rispettivamente il muscolo più lungo e quello più voluminoso del corpo umano, il muscolo Pettineo e l’Ilio-psoas.

Analogamente il movimento rotatorio dei pedali della cyclette è dato dall’azione dei muscoli laterali della coscia: il muscolo Gracile, l’Otturatore esterno e gli Adduttori (Breve, Lungo e Grande Adduttore). Sono muscoli piatti dell’interno coscia normalmente difficili da rassodare, rappresentano infatti il punto critico delle donne, in quanto spesso si presenta flaccido e inestetico, la soluzione è rappresentata da un allenamento mirato con la cyclette, che può far raggiungere i risultati sperati.

I muscoli della parte posteriore della coscia coinvolti nell’allenamento con la cyclette sono il Bicipite femorale, il Semimembranoso e il Semitendinoso.

Il Quadricipite femorale e il Bicipite femorale confluiscono nel ginocchio, pertanto il lavoro con la cyclette è consigliato, perché ritenuto molto efficace, nella fase riabilitativa del ginocchio dopo un intervento.

Medici, fisioterapisti, personal trainer e specialisti del settore concordano nel giudicare l’attività ciclistica determinante per il raggiungimento del benessere fisico.

Il movimento armonico e simultaneo dei muscoli di tutto l’apparato inferiore sviluppa effetti benefici su tutto l’organismo, un senso di ritrovato benessere che che determina una maggiore resistenza, la tonificazione e lo sviluppo naturale dei muscoli, il raggiungimento della performance desiderata. Un allenamento costane e mirato, porta risultati visibili già dopo i primi allenamenti, fattore da non trascurare per l’impatto positivo sul livello di autostima.

Gli esercizi con la cyclette vedono protagonisti i muscoli della gamba, di fondamentale importanza per la locomozione, essi si sviluppano nella zona scheletrica di Tibia e Perone. In particolare, l’azione del pedalare coinvolge i muscoli Flessori ed Estensori della gamba, gli Adduttori e gli Abduttori.

Tra i Flessori riveste molta importanza il Tricipite della sura, detto anche Polpaccio, formato dai Gemelli e dal Soleo. Mantenere tonificati e in piena forma i muscoli della gamba si traduce automaticamente in una perfetta articolazione del piede, dal momento che molti di essi sono direttamente in rapporto con le ossa del piede.

Un inconveniente, dovuto all’uso della cyclette, potrebbe essere il dimagrimento delle gambe accompagnato da un eccessivo sviluppo del muscolo, che nelle donne potrebbe avere effetti antiestetici. Inconveniente scongiurato se si segue un programma che privilegi la distanza anziché l’intensità.

La cyclette si rivela un attrezzo ginnico prezioso da utilizzare anche a casa, approfittando anche dei momenti liberi, per allenare tutti i muscoli degli arti inferiori, compresi quelli dei piedi. Basta assicurarsi, prima di iniziare a pedalare, che l’altezza del sellino sia regolata in base all’altezza dell’atleta, che la cinghia dei pedali permetta al piede di spingere con il metatarso, non con la punta, in pratica con la parte del piede che si poggia per camminare. Con queste semplici accortezze ci si assicura anche unallungamento dei muscoli della schiena, a beneficio della postura.

Una camminata o una corsa all’aria aperta, soprattutto nella bella stagione, sono senza dubbio molto salutari, ma pongono dei limiti in quanto richiedono tempo e diventano difficili in caso di maltempo, inoltre sono possibili collisioni con il terreno, con il rischio di cadute con traumi alle ginocchia, alle caviglie, ai piedi o alla schiena. Utilizzando la cyclette si può svolgere un allenamento costante in qualsiasi momento, al sicuro da ogni incidente, inoltre l’attrezzo è fruibile anche da persone della terza età, che in questo modo possono godere dei benefici di un allenamento condotto in assoluta sicurezza.

Le cyclette di ultima generazione permettono di impostare diversi parametri tra cui il tempo e la resitenza, inoltre in base all’età, registrano il battito cardiaco, che deve essere tenuto sempre sotto controllo. Aumentando gradualmente la resistenza si aumenta il coinvolgimento dei Glutei nelle pedalate, quindi un buon esercizio ginnico porta benefici visibili anche a questi muscoli che risultano più alti e rassodati.

Un allenamento ben impostato determina anche il rassodamento degli Addominali. Alcuni modelli di moderne cyclette presentano un vogatore che richiede il coinvolgimento diretto anche dei muscoli delle braccia.

Solo un corretto allenamento e la giusta postura assicurano uno sviluppo fisiologico dei muscoli, quindi è importante rispettare i tempi previsti per il riscaldamento, eseguito con pedalate lente, quelli dedicati all’allenamento verso e proprio, infine i tempi di defaticamento, in cui il ritmo viene gradualmente rallentato. Affaticarsi non solo è inutile, ma si può rivelare addirittura dannoso per i muscoli.


Scopri le Nostre Classifiche


Dai un'occhiata alle nostre Classifiche con i Migliori modelli di Cyclette da Camera, Cyclette Orizzontali o Recumbent, Spin Bike o Bici da Corsa ed Ellittiche. Se devi acquistare uno di questi prodotti e non sai qual è il modello migliore, allora non ti resta che dare un'occhiata alle Classifiche sempre Aggiornate che trovi qui sotto.

Cyclette Muscoli Coinvolti ultima modifica: da Staff CycletteTop

Ti potrebbero Interessare anche:

About
Esperti e appassionati del settore fitness, abbiamo deciso di pubblicare recensioni dettagliate su tutti i modelli di Cyclette con classifiche sempre aggiornate, Opinioni degli Utenti, Valutazioni, Test, Migliori Prezzi Online e Guide informative che aiutano gli utenti a scegliere la Cyclette più giusta per le proprie esigenze.

Lascia un Commento

Diventa il primo a commentare

Notificami
avatar
wpDiscuz